martedì 30 novembre 2010

Osteria numero mille con testo

La migliore canzone dell'osteria completa che puoi trovare sul web con il testo.

Osteria numero zero

vedo un prete tutto nero

che con mille contorsioni

suona il piano coi coglioni.

Osteria numero uno

al casino non c'e' nessuno

ci sono solo preti e frati

che si inculano beati.

Osteria numero due

le mie gambe fra le tue

le tue gambe fra le mie

fanno mille porcherie.

Osteria numero tre

la peppina fa il caffe'

fa il caffe' una volta al mese

con le pezze del marchese.

Osteria numero quattro

la Peppina ha rotto il piatto

e per non farlo piu' vedere

se lo ficca nel sedere.

Osteria numero quattro

la marchesa aveva un gatto

con la coda del felino

si faceva un ditalino.

Osteria numero cinque

c'e' chi perde e c'e' chi vince

ma chi perde caso strano

se lo trova dentro l'ano.

Osteria numero sei

e' il casino degli ebrei

ma glie ebrei son porcaccioni

ficcan dentro anche i coglioni.

Osteria numero sette

il salame piace a fette

ma alle donne caso strano

il salame piace sano.

Osteria numero otto

la marchesa fa il risotto

fa il risotto ben condito

con lo sperma del marito.

Osteria numero otto

***** in mano e culo rotto

culo rotto e ***** in mano

per inculare il Vaticano.

Osteria numero nove

il mio ***** fa le prove

fa le prove contro il muro

per vedere quanto e' duro.

Osteria numero nove

la marchesa fa le prove

fa le prove col prosciutto

per veder se c'entra tutto.

Osteria numero dieci

se hai fame mangia i ceci

per la fica e per il culo

troverai sempre un padulo.

Osteria numero dieci

il sacrista fa le veci

fa le veci al cappellano

e lo prende dento l'ano.

Osteria numero venti

se la fica avesse i denti

quanti cazzi all'ospedale

quante fiche in tribunale.

Osteria numero trenta

chi ha il culo non si penta

oggigiorno caso strano

va di moda il deretano.

Osteria numero cento
se la fica andasse a vento
quanti cazzi in alto mare
si vedrebbero navigare.
Osteria numero cento
piu' tu spingi piu' va dentro
ma se spingi oltremisura
poi ti nasce una creatura.
Osteria numero cento
il mio ***** e' di cemento
di cemento bene armato
quando e' dentro fa il selciato.
Osteria numero mille
il mio ***** fa scintille
fa scintille sulla legna
figuriamoci sulla fregna.
Osteria numero mille
il mio ***** fa scintille
fa scintille nella notte
per veder le dotte biotte.
Osteria numero enne
il mio ***** ha due antenne
quando inculo il sagrestano
sento radio Vaticano.
Osteria del cimitero
e' successo un fatto vero
due cadaveri putrefatti
si inculavano come matti.
Osteria del Vaticano
e' successo un fatto strano
c'era il Papa con gli occhiali
inculava i cardinali.
Osteria dell'antinferno
s'e' incazzato il padreterno
perche' il suo divin figliolo
e' tornato con lo scolo.
Osteria del Paradiso
c'era Dante con sorriso
Beatrice, la sua donna,
gli e' tornata senza gonna.
Osteria del Paradiso
e' successo un fatto inviso
Gesu' cristo coi cerchietti
inculava gli angioletti.
Osteria dove si spera
anche Petrarca aspetta e spera
donna Laura, sua moglie
gli e' tornata con le doglie.
Osteria della stratosfera
si e' scoperto cosa c'era
nello Sputnik la cagnetta
si sparava una pugnetta.o
Osteria dell'invertito
qui non metto proprio il dito
non vorrei che il suo strumento
mi mirasse proprio al centro.
Osteria della mignotta
non vogliamo una bigotta
la vogliamo emancipata
e per giunta gia' sbiottata.
Osteria della Minerva
tutta casta si conserva
ma con il giallo, il blu e il rosso
fan casino a piu' non posso.
Osteria del vescovado
la di certo non ci vado
non e' posto da goliarda
perche' manca la bernarda.
Osteria del Gallo d'Oro
e' uno stronzo chi fa il coro
Osteria del Gallo Fritto
e' uno stronzo chi sta zitto.
Il testo originale l'ho trovato qui:Fuori di testa

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento